La Rotary Foundation

La Fondazione Rotary (TRF) del Rotary International venne istituita nel 1917 dall’allora 6° presidente del R.I. Arch. C. Klumph come fondo di dotazione del Rotary International. Ricevette la sua denominazione attuale al congresso internazionale del 1928. Nel 1931 fu organizzata in ente fiduciario e nel 1983 divenne società senza fini di lucro, o not-for-profit, in conformità alle leggi dello Stato dell’Illinois (USA). Le prime significanti contribuzioni le ricevette solo nel 1947 con la morte di Paul Harris.La sua sfera d’intervento è limitata ad attività di beneficenza condotte sotto la supervisione di un consiglio di amministrazione e in conformità con il suo atto costitutivo e il regolamento.

La Rotary Foundation è oggi uno dei più efficienti organismi privati di sostegno a paesi in via di sviluppo a popolazioni in difficoltà.
Proprio recentemente il General Manager della Rotary Foundation – ci informa con orgoglio che la principale agenzia di rating americana delle organizzazioni di beneficenza Charity Navigator ha assegnato alla nostra fondazione la valutazione massima di quattro stelle per la gestione finanziaria.
La nostra fondazione è una delle 1.085 organizzazioni mondiali di beneficenza ad essere insignite delle quattro stelle un risultato veramente eccezionale considerato che solo negli Stati Uniti sono ben 1,4 milioni le organizzazioni benefiche. Le quattro stelle sono garanzia di serietà e professionalità nella gestione dei fondi affidati ed è proprio a Charity Navigator che si rivolgono filantropi e grandi gruppi industriali ai momento di decidere a quale organizzazione destinare risorse in beneficenza.

Programmi della Fondazione Rotary

Con le sovvenzioni e i programmi della Fondazione, i Rotariani e i loro sostenitori possono cambiare il mondo: finanziando un pozzo in un villaggio senz’acqua potabile, salvaguardando l’ambiente, assegnando una borsa di studio. La Fondazione aiuta i Rotariani a realizzare la loro missione umanitaria e a raggiungere l’obiettivo prioritario di liberare il mondo dalla polio.

PolioPlus

POLIOPLUSPer assicurare la somministrazione del vaccino ai bambini e per garantire le operazioni di monitoraggio, i Rotariani hanno mobilitato centinaia di migliaia di volontari, che spesso hanno dovuto affrontare infrastrutture deficitarie, estrema povertà e guerre civili. Dall’inizio del programma PolioPlus, nel 1985, oltre due miliardi di bambini hanno ricevuto il vaccino orale.

La Sfida da 200 milioni di dollari del Rotary è la risposta della Fondazione Rotary alle due sovvenzioni di 355 milioni della Fondazione Bill e Melinda Gates per assistere nell’eradicazione della polio. Ogni dollaro donato a PolioPlus conta per equiparare il totale di 200 milioni, da raggiungere entro il 30 giugno 2012.

(Sovvenzioni PolioPlus) Assegnate dai presidenti delle commissioni nazionali PolioPlus o dalle organizzazioni partner come l’OMS e l’UNICEF, queste sovvenzioni sostengono le giornate di immunizzazione nazionale, il monitoraggio e altre iniziative di eradicazione della polio nei Paesi ad alto rischio o in cui la polio è endemica.

Programmi umanitari

(Aiuti alle zone disastrate) Il programma, creato nel 2005-06, consente ai Rotariani di inviare donazioni da destinare alle zone colpite da calamità naturali. Al momento la Fondazione amministra i seguenti conti correnti: per le zone colpite dagli uragani Stan e Wilma (Guatemala e Messico), per l’uragano Wilma (USA), per il terremoto in India e Pakistan, e un fondo di solidarietà per il sudest asiatico. Per queste iniziative si sono raccolti fondi per un totale di 6,4 milioni di USD.

(Sovvenzioni distrettuali semplificate) Sostengono attività umanitarie o di volontariato destinate a progetti locali e internazionali.

(Sovvenzioni 3H) Finanziano progetti di ampia portata, della durata di 2-4 anni, volti a migliorare la salute pubblica, ad alleviare la fame e a promuovere il progresso sociale.

(Sovvenzioni paritarie) Contribuiscono al finanziamento di progetti di volontariato internazionali sponsorizzati da club e distretti rotariani.

Programmi educativi

(Borse degli ambasciatori) La Fondazione sponsorizza uno dei più estesi programmi di borse di studio del mondo. Dal 1947 quasi 47.000 borsisti provenienti da 110 Paesi hanno usufruito di borse per un totale di oltre 476 milioni di USD.

(Scambi di gruppi di studio) Programma di sovvenzioni annuali destinate a distretti gemellati e intese a sostenere le spese di viaggio di gruppi di professionisti non Rotariani che si recano all’estero per periodi di 4-6 settimane. Dal 1965 hanno beneficiato del programma più di 57.000 giovani professionisti (in più di 12.000 gruppi) provenienti da oltre 100 Paesi, per un totale di oltre 92 milioni di dollari.

(Borse per la pace) Assegnate ogni anno a un massimo di sessanta laureati intenzionati a frequentare corsi di master presso i sette Centri rotariani di studi internazionali.

Visione futura

In anticipazione del centenario della Fondazione Rotary nel 2017, gli Amministratori hanno stabilito la realizzazione di un piano per portare la Fondazione nel suo secondo secolo di servizio.

Sin dagli inizi la Fondazione ha effettuato solo lievi modifiche ai suoi programmi e gli Amministratori hanno raccolto diversi input da una vasta gamma di parti interessate, attraverso interviste, sondaggi, gruppi specifici e le sessioni di sviluppo del Piano di Visione Futura. Il piano aggiorna la missione della Fondazione e crea un modo più efficace ed efficiente per contribuire a sviluppare i diversi progetti Rotariani con maggiore impatto e sostenibilità nei risultati.

“Rispondere a tutti i bisogni ha lasciato la Fondazione priva delle energie necessarie per realizzare la propria missione. La nuova struttura ci consente di partire da quelli che sono i nostri punti di forza e ottenere risultati più sostenibili”. — Robert S. Scott, 2007-08 Presidente della Fondazione Rotary

La missione della Fondazione Rotary è quella di consentire ai Rotariani di far avanzare la comprensione mondiale, la buona volontà e la pace attraverso il miglioramento della salute, il sostegno all’educazione e l’alleviazione della povertà.
La nuova missione della Fondazione, insieme al suo nuovo motto — Far Bene nel Mondo — è stata approvata dagli Amministratori della Fondazione e dal Consiglio Centrale del RI e appoggiata dal Consiglio di Legislazione.

Il Piano è stato sviluppato per:

  • Semplificare i programmi e i processi della Fondazione per renderli consistenti con la missione
  • Focalizzare gli sforzi delle azioni di servizio dove potranno avere il maggiore impatto, secondo le prorità mondiali stabilite dai Rotariani
  • Offrire opzioni di programmi che realizzino gli obiettivi locali e globali
  • Aumentare il senso di responsabilità a livello distrettuale e di club trasferendo ulteriori decisioni ai distretti
  • Ottenere una maggiore comprensione dell’operato della Fondazione e migliorare l’immagine pubblica del Rotary