LEGATO CON AMORE IN UN VOLUME

Il primo Rotary Club fu fondato a Chicago dall’avvocato Paul P. Harris; il 23 febbraio 1905 vi tenne la prima riunione con i suoi amici Sylvester Schiele, un commerciante di carbone, Gustav E. Loehr, un ingegnere minerario, e Hiram E. Shorey, un sarto.Fin dall’inizio sono evidenti i principi basilari del Rotary: i quattro provenivano da diverse nazioni, appartenevano a diverse confessioni religiose e rappresentavano diverse professioni. Lo scopo dichiarato del club era una sincera amicizia tra i soci: AMICIZIA NELLA DIVERSITA’Paul Harris diceva: “Sono convinto che i giorni da pionieri del Rotary sono appena iniziati. Ci sono molte cose nuove da fare. Cambiamenti caleidoscopici si stanno avverando, molti di loro indipendentemente dalla nostra volontà. Il Rotary deve continuare ad essere pioniere se non vuole giacere abbandonato nelle retrovie del progresso.”Il Simbolo.L’essere umano, lungo la sua storia, quando ha cercato di esprimere la propria visione del mondo e della vita, ha sempre fatto ricorso ai simboli.Così, anche il Rotary, ha adottato un simbolo per manifestare il proprio pensiero e la propria operatività.Il simbolo del Rotary è rappresentato da una ruota dentata, con 6 raggi e 24 denti.In origine, la ruota era ispirata a quella dei carri dei pionieri, in seguito divenne quella meccanica simbolo di impegno e dedizione.Ognuno dei Soci fondatori del primo club aveva sviluppato particolari capacità:Paul Harris, avvocato: la facoltà di analizzare i problemi e le situazioni.Silvester Schiele, un commerciante di carbone: la capacità di comunicare.Gustave E. Loher, ingegnere minerario: la capacità di utilizzare la tecnologia.Hiram E. Shorey, sarto, la capacità di progettazione.Tutti insieme avevano sviluppato la più importante: la capacità di leadership.Leader che credono in ciò che fanno per realizzare domani utopie di oggi e che sono pronti ad ispirare il cambiamento attraverso il consenso, la condivisione, il trasferimento di competenze acquisite e che sanno trasformare ogni difficoltà in una opportunità di miglioramento sociale e personale.E dopo 115 dalla sua fondazione, queste capacità sono ancora alla base dell’esperienza individuale come singoli, come club e come organizzazione internazionale. Il Rotary ha bisogno di una nuova generazione di leader, di cittadini visionari, di persone che perseguono il cambiamento, di uomini e donne che operano per innalzare le coscienze e credono nei valori universali della libertà, dell’eguaglianza, della solidarietà e della democrazia.Perché 24 denti?Perché questa ruota gira sempre per 24 ore, tutti i giorni, tutte le settimane, ogni anno.E ci insegna che la strada per realizzare qualcosa di importante per il bene comune non è semplice da percorrere: ma irta di difficoltà ed imprevisti.I raggi della ruota sono sei e rappresentano: l’etica rotariana, l’amicizia, l’impegno diretto e concreto, le competenze e la capacità di utilizzarle, l’equilibrio generazionale ed infine la rappresentanza di tutte le categorie professionali.La nostra missione è quella di mettere al servizio delle comunità le competenze e le disponibilità di ognuno di noi. La missione crea il senso di appartenenza, la volontà di essere connessi e di essere accettati all’interno di una comunità e renderla più grande della somma dei singoli elementi.La nostra visione (cosa vogliamo essere): vogliamo essere produttori di innovazione, cambiamento, progresso, ispirazione, esempio e responsabilità. E mettere tutto ciò a disposizione della nostra comunità senza la quale il Rotary stesso non esisterebbe.Il Ruolo Internazionale.Il Rotary International ha partecipato attivamente alla Conferenza di San Francisco che nel 1945 diede vita alla fondazione delle Nazioni Unite. Oggi, il Rotary detiene il più alto status consultivo esteso a un’organizzazione non governativa dal Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite. Stasera.Stasera ognuno di noi vestirà i panni del Viandante sul mare di nebbia dipinto di Caspar David Friedrich, nel 1818, che ha ispirato il bellissimo manifesto di questo spettacolo. L’opera irradia i messaggi dell’infinito, del sublime e dell’eterno. Attesta il senso di imperfezione, di umiltà, sperimentato dall’uomo durante la contemplazione dell’Infinito, rappresentato dall’immenso mare di nebbia che fa emergere la vista del paesaggio sottostante che è la vita. Il viaggiatore romantico si perde di fronte al baratro nebbioso in un atteggiamento contemplativo come estrema esperienza interiore e spirituale: in questo modo, egli indaga nella propria anima, con tutte le sue insicurezze, i suoi errori, i suoi dubbi e incertezze attraverso simboli, evocazioni, allegorie. Il simbolo dell’anno rotariano in corso è rappresentato da una serie di porte aperte. Oggi ne attraversiamo una, una soglia piccola o grande in base all’esperienza di ognuno. Se il nostro fondatore ci invitava a guardare indietro verso un luminoso futuro, nella notte di san Lorenzo quando il cielo sembra parlare alla terra con il suo senso di immensità, vi auguro di guardare in alto verso un luminoso futuro. Un vivo ringraziamento a tutti i partner che hanno reso possibile questo spettacolo ed in particolare il Comune di Fano, la Fondazione Teatro della Fortuna di Fano, la Banca di Credito Cooperativo di Fano, Montecore, Ente Carnevalesca, infine, un ringraziamento speciale al direttore artistico della Rocca Malatestiana Massimo Puliani, che piu’ di ogni altro ha creduto alla realizzazione di questo spettacolo inserendolo nella rassegna cantautori e affabulatori

Grazie!

Dario Colangeli Presidente Rotary Club Fano 2020-2021

Legato con amore in un volume – Giorgio Colangeli –

Il grande GIORGIO COLANGELI – già premiato con il David di Donatello ed il Nastro D’Argento – recita accompagnato al bandoneon suonato dal Maestro Daniele Di Bonaventra. Con la regia di Lucillo Santoni, assistenza artistica Marco Cruciani e voce narrante di Valentina Illuminati. Perchè questo spettacolo?Lucilio Santoni convoca i suoi anarchici e cristiani per affrontare la insensatezza della vita, per darle una risposta diversa dall’odio e dalla distruzione. Come gli è stato insegnato dalla sua famiglia ideale – Lucrezio, Gesù, san Francesco, Dante, Garcia Lorca, Elsa Morante, Ivan Illich e fino al papà e al nonno ribelli inconciliati – sa che occorre “sovvertire qualcosa per amore di qualcos’altro”. La sua narrazione è uno strumento affilato per intercettare la vita falsa, nascosta anche in parole edificanti come “aggregazione”. Provate a immaginare i Minima moralia di Adorno riscritti da De Andrè, travasati in uno stile comunicativo, poeticamente dimesso. I feticci del nostro presente, le microdinamiche di potere, ma sempre anche una apertura possibile, una felicità balenante. La bellezza della poesia nasce dalla ferita. Per approdare alla verità ultima, forse impronunciabile ma salvifica: dobbiamo continuare a cercare, come Ulisse, ma sapendo che non si è mai “padroni di ciò che si trova”.Il Rotary Club Fano ringrazia Massimo Puliani, direttore della Rocca Malatestiana, per aver creduto in questo evento ed averlo inserito nella rassegna ” Cantautori e Affabulatori”. Un vivo ringraziamento al Comune di Fano, alla Fondazione “Teatro della Fortuna” e agli sponsor che ne hanno reso possibile la realizzazione. Vi aspettiamo!!!.

L’Arte della Bellezza, la Bellezza dell’Arte

Rotary Club Fano ringrazia tutti coloro che hanno partecipato all’incontro, L’Arte della Bellezza, la Bellezza dell’Arte, sia in presenza che – per la prima volta per il nostro club – in diretta Facebook.

Un ringraziamento speciale al direttore della Rocca Malatestiana, Puliani Massimo che ci ha ospitato con grande disponibilità e che dimostra sempre grande sensibilità ed attenzione per le nostre attività.

Grazie Massimo!

Complimenti anche a Valentina Radi, bravissima moderatrice!

Infine ci tengo a sottolineare la grande professionalità degli operatori che hanno consentito lo svolgimento dell’evento nella massima sicurezza!

Concerto “Inno alla Gioia”

Il Rotary Club Fano ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al Symphony Pop Festival nella suggestiva cornice della Rocca Malatestiana di Fano.Una bellissima serata di musica e gioia sulle note e le parole di Bob Marley suonate dall’ Orchestra Sinfonica G. Rossini.Grazie anche a Record Data, main sponsor della serata e a tutte le aziende che con il loro contributo hanno reso possibile questa bella serata.

23/06/2020 SYMPHONY POP FESTIVAL E TRACCE

Presentate questa mattina le edizioni 2020 del Symphony Pop Festival e di Tracce. Entrambe le manifestazioni concertistiche sono organizzate dal Comune di Fano, dall’Orchestra Sinfonica G. Rossini. 

Al Rotary Club Fano viene dedicata il primo spettacolo del 9 luglio in onore dell’anniversario per i primi 65 anni di vita e di attività del Club (1955-2020).

Lo spettacolo rappresenterà un inno alla gioia di ritrovarsi insieme a condividere sentimenti ed emozioni!

Vi aspettiamo!

Quanto ricavato da Rotary Club Fano sarà devoluto per attività in favore degli enti che operano sul nostro territorio.

Giovedì 9 luglio ore 21.15 – Rocca Malatestiana

BOB MARLEY Inno alla gioia

———————————————–
Lunedì 13 luglio ore 21.15 – Rocca Malatestiana

LA BOHÈME smart

———————————————–
Venerdì 17 luglio ore 21.15 – Rocca Malatestiana

ABBA Mamma mia

BIGLIETTERIA Symphony Pop Festival

20 euro biglietto intero

15 euro biglietto ridotto under 29 e Amici dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini

CALENDARIO – Tracce

Sabato 04 luglio ore 21.15 – Eremo di Monte Giove

LA TRAVIATA smart

———————————————–
Sabato 18 luglio ore 21.15 – Eremo di Monte Giove

LUDWIG VAN BEETHOVEN – 250° anniversario

———————————————–
Sabato 1 agosto ore 21.15 – Eremo di Monte Giove

IL BARBIERE DI SIVIGLIA smart

———————————————–

Sabato 22 agosto ore 21.15 – Eremo di Monte Giove

JOHANN SEBASTIAN BACH – La grande musica con un po’ d’ironia

BIGLIETTERIA – Tracce

10 euro biglietto intero

5 euro biglietto ridotto under 12

Buona Pasqua

La Pasqua è la festa della rinascita e mai come quest’anno il suo significato è importante per la nostra comunità.

Buona Pasqua a tutti!!!

Un aiuto contro il Coronavirus

Rotary Club Fano – Distretto 2090 – ItaliaRotary Club Pesaro /Distretto 2090 e Rotary Pesaro Rossini insieme per l’emergenza #Covid19

Abbiamo unito le forze e abbiamo raccolto fondi tra i soci per acquistare 7 letti speciali motorizzati e mascherine per il reparto di Medicina D’Urgenza in favore dell’ Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord – Pesaro

Anche i Rotary Club di Urbino e Cagli, e i giovani del Rotaract Valle del Metauro hanno raccolto finanziamenti a favore dell’ ASUR Marche – Azienda Sanitaria Unica Regionale per le strutture ospedaliere del territorio.

Grazie alla redazione di Pesaro – Il Resto del Carlino per l’articolo il 24 marzo 2020.